Leonardo da Vinci e la liuteria in Toscana

Samuele Ciappelli

Leonardo da Vinci (15 aprile 1452 – 2 maggio 1519) non ha certo bisogno di presentazioni. È stato ingegnere, pittore, scienziato, rappresentante indiscusso del Rinascimento. Il suo grande ingegno e la sua enorme curiosità lo portarono ad occuparsi dei più disparati campi dell’arte, della scienza e della conoscenza in generale. Fra le varie cose si occupò anche di architettura e scultura, di ottica, di meccanica, di matematica, fu disegnatore eccezionale, progettista, inventore, anatomista ed anche musicista.

In realtà, se guardiamo bene all’opera di Leonardo, lo dovremmo considerare più come una grandissima mente che ha inventato un metodo “moderno” di approcciarsi alla Natura o alla scienza in senso generico. Un metodo basato sull’osservazione diretta dei fatti e sulla trascrizione minuziosa delle osservazioni sperimentali. Questo è prima di tutto Leonardo. Una mente curiosa, avida di conoscenza, che sperimenta e trascrive ciò che vede, liberando la mente da preconcetti e credenze. In un…

View original post 2.240 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...