Settima Arte. Coco (Lee Unkrich, 2017)

Coco quando l’animazione sorprende trattando un tema come la morte, tra sorrisi, colori e tanta musica… grazie a Francesca Paciulli di Cinefatti per questo interessante articolo.

CineFatti

Tutti i colori di Coco.

In un panorama cinematografico d’animazione caratterizzato da un susseguirsi di prequel e sequel  più o meno riusciti (dagli ottimi Alla ricerca di Dory e Cars 3 allo stiracchiato Cattivissimo Me 3) e annunciati (Gli incredibili) un’idea originale rappresenta una boccata di ossigeno e una spruzzata di colore.

È il caso di Coco, sugli schermi italiani dal 28 dicembre, fuori dalla corsa agli incassi dei giorni di Natale che è invece rimasta appannaggio del tenero toro Ferdinando. Almeno fino all’arrivo dirompente del dodicenne aspirante mariachi Miguel, adorabile protagonista del lungometraggio Pixar.

Il potere di un’idea

Il tema centrale del film è quello del Dia de Los Muertos, il 2 novembre, la festa popolare messicana dedicata al culto precolombiano dei defunti. Non proprio una novità se pensiamo a The Book Of life (2015) di Jorge R. Gutierrez, il film…

View original post 456 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...